Archivi della categoria: Meteo

Il luogo piu arido del Mondo

Il deserto di Atacama situato in America meridionale e’ il luogo più asciutto del mondo: le precipitazioni annue vanno da 0,6 mm nella regione di Arica a 2,1 mm nella regione di Iquique.La scarsità delle piogge è dovuta da un lato alla corrente di Humboldt,che raffredda l’aria facendo condensare le nuvole già sull’oceano e dall’altro alla presenza ad est della catena della Ande,che intercetta l’umidità proveniente dal bacino amazzonico,creando così un perenne campo di alta pressione.  (wikipedia)

Atacama-2

pixabay

nasa

Annunci

Inizio d’autunno con configurazioni ancora estive

Heatwave

Per convenzione meteo il 1 settembre prende inizio l’autunno, che invece arriverà secondo il calendario astronomico il prossimo 23 settembre.Esauritasi la fase instabile dello scorso weekend con temperature particolarmente gradevoli e in qualche caso (sotto rovesci e temporali) fresche per la stagione,la situazione meteorologica per la nostra regione va decisamente migliorando. Un campo di relativa alta pressione in ulteriore rinforzo potrebbe riportare le temperature massime a sfiorare e forse toccare (in qualche caso come Firenze) i 30°.Tra venerdì e sabato un lieve cedimento della pressione e l’abbassamento del flusso occidentale faranno aumentare la variabilità,con una maggiore tendenza a piogge sparse e forse locali rovesci temporaleschi.Spingersi oltre il weekend è sicuramente rischioso,un po’ perché come sappiamo l’affidabilità dei modelli cala decisamente sopra i 5/7 giorni di previsioni,un po’ perché settembre è stagione di transizione e spesso influenzata dal comportamento delle correnti atlantiche e anche dai resti dei cicloni/uragani tropicali.Ad oggi però i modelli vedrebbero una forte ingerenza alto pressoria, che potrebbe proseguire (interrotta solo da lievi disturbi) tranquillamente oltre la metà del mese.Per fortuna non viviamo i problemi di siccità del 2017,ma sarà comunque bene che nel’ultima parte del mese tornino a svegliarsi l’atlantico e le sue preziose piogge autunnali

Fine febbraio al gelo…?

2017-12-22-10-48-01-1200x800

 

Un saluto a tutti i lettori

Tracciamo qui una breve tendenza per l’ultima decade del mese.

Da qualche giorno i modelli matematici sono concordi per un finale di febbraio

in cui l’inverno potrebbe far parlare di sé anche in Italia e sulla nostra Toscana.

Questa prossima settimana trascorrerà probabilmente senza grosse precipitazioni,

ma qualche fiocco di neve sarà spesso probabile in appennino a quote molto

basse fino allo sbocco delle vallate (es Mugello, aretino e pistoiese).

Clima di stampo invernale con massime non superiori a 8/10 gradi e minime

(nei casi in cui non ci sarà vento) che dovrebbero scendere decise sotto zero.

Ecco che poi in corrispondenza del prossimo weekend una colata di aria

articosiberiana potrebbe puntare l’Europa centro meridionale. Al momento

la traiettoria della colata impone molta cautela e non è possibile provare a

tracciare una linea di tendenza affidabile.

Se la massa d’aria gelida dovesse puntare dritta la pianura Padana e l’Italia

arriveremo a sperimentare un freddo decisamente inusuale per le nostre

latitudini con qualche breve e violento episodio di neve burrascosa

specie nei versanti esposti al flusso da est.

La colata però potrebbe anche passare più a nord aggirando le Alpi,

attivando poi un flusso umido occidentale, che in quel caso porterebbe

nevicate “da addolcimento” quantomeno al nord.

Seguite i prossimi aggiornamenti per rimanere aggiornati

su questa fase invernale  e tutti i suoi possibili risvolti.

 

staff campimeteo

Prime vere nevicate sull’appennino

 

Abetone

lat001

Val di Luce

valdiluce

Temperature Ottobre 2017

OTTOBRE2017

© Lamma Toscana

Anomalie precipitazioni Ottobre 2017

 

Immagine

©Lamma Toscana

Nuova webcam a Campi Bisenzio

Una nuova webcam è stata installata a Campi Bisenzio,la webcam(si tratta

di una semplice macchina fotografica Canon Powershot A85 gestita con il

Raspberry ) è situata sul balcone della mia proprieta’ lungo la circonvallazione

che porta ai “Gigli”.La webcam si aggiorna ogni tre minuti  (se non si aggiorna

premere il tasto F5) e la potete consultare sul sito http://www.campi-meteo.it

PS1. Lo script per la webcam è stato elaborato da www.meteoliri.it

PS 2. se volete altre informazioni contattatemi: campimeteo14@gmail.com

 

 

Temperature estreme

Campi Bisenzio-Capalle

altitudine: 41,22 metri s.l.m.
rete: Centro Funzionale Regionale
gestore: Servizio Idrologico Regionale
data di inizio delle osservazioni: 9 maggio 1997

Record mensili dal 1997 al 2014

GENNAIO: +18,4 °C il 21/01/2007; -7,6 °C il 02/01/2002

FEBBRAIO: +20,5 °C il 18/02/1998; -6,4 °C il 15/02/2012

MARZO: +26,5 °C il 28/03/2012; -4,5 °C l’08/03/2005

APRILE: +32,5 °C il 28/04/2012; -3,4 °C l’08/04/2003

MAGGIO: +35,6 °C il 25/05/2009; +5,1 °C l’08 e 25/05/2004

GIUGNO: +38,8 °C il 18/06/2013; +7,1 °C il 10/06/2005

LUGLIO: +39,6 °C il 29/07/2005; +11,0 °C il 17/07/2000

AGOSTO: +41,7 °C il 21/08/2011; +9,4 °C il 30/08/1998

SETTEMBRE: +36,8 °C il 10/09/2008; +5,0 °C il 29/09/2008

OTTOBRE: +32,1 °C il 02/10/2011; -0,1 °C il 20/10/2009

NOVEMBRE: +25,8 °C il 04/11/2004; -3,9 °C il 25/11/2005

DICEMBRE: +20,2 °C il 07/12/2006; -10,4 °C il 20/12/2009

ANNO: +41,7 °C il 21/08/2011; -10,4 °C il 20/12/2009

 

Note

La stazione meteorologica ha effettuato registrazioni termometriche fino all’8 aprile 2014.

 

fonte: climaintoscana

Norme OMM

Affinché una stazione meteo amatoriale rilevi dati corretti, secondo la normativa

OMM, occorre seguire alcune regole sul posizionamento della stessa:

  • I sensori di temperatura e umidità devono essere all’interno di un apposito

Schermo solare passivo o ventilato  ad un’altezza di 180-200 cm dal suolo;

  • La stazione dev’essere installata su tappeto erboso naturale

tagliato di frequente o tappeto sintetico di colore verde;

  • I sensori del vento devono essere posti ad un’altezza di 10 mt. ed ad una

distanza pari a 10 volte l’altezza dell’ostacolo più alto (per evitare turbolenze).

 

Per altre informazioni: Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM ).

Questo è il link alle Norme OMM

Guida per una corretta installazione dei sensori

di una stazione meteorologica per l’iscrizione

nella rete MeteoNetwork

E’ importante eseguire una corretta installazione dei sensori della nostra stazione

meteorologica, in modo tale che i dati da noi raccolti possano essere confrontati con

quelli delle altre stazioni meteo. L’Organizzazione Mondiale Meteorologica (OMM)

ha stabilito in una sua pubblicazione (la numero 8) le modalità di posizionamento

dei sensori.Vediamo in dettaglio, in base al tipo di installazione, come eseguire una

installazione corretta.

Installazione Extra Urbana

Per installazione extra urbana si intende una installazione

effettuata in campo aperto, lontano dai centri abitati.

I sensori devono essere posizionati nel seguente modo.

  • Sensore Termo/Igrometro

Deve essere posizionato ad una altezza da terra compresa tra i 170 cm. e i

200 cm, su superficie erbosa e distante almeno 10 mt. dall’edificio più vicino.

Il termo/igrometro deve essere inserito in uno schermo solare omologato

(schermo Davis),o in uno schermo riconosciuto dalla rete MNW o che abbia testato.

  • Pluviometro

Deve essere posizionato in campo aperto lontano almeno 10 metri dagli ostacoli,

e comunque ad una distanza tale che eventuali ostacoli verticali (alberi, edifici)

possano impedire il corretto rilevanto dei dati in caso di precipitazioni trasversali.

  • Anemometro

Deve essere installato ad una altezza compresa tra i 2,5 mt. e i 10 mt.

di altezza, posizionato in campo aperto e lontano da ostacoli verticali

che possano impedire una corretta rilevazione delle raffiche.

  • Radiazione solare

Deve essere posizionato alla sommità del palo.

Installazione Urbana:

Per installazione Urbana si intende una installazione effettuata in centri

Urbani con posizionamento dei sensori su tetto, balcone, o prato.


Installazione su prato

  • Sensore Termo/Igrometro

In questa tipologia di installazione il sensore Termo Igrometro deve essere

comunque inserito in uno schermo solare avente caretteristiche equivalenti a

quelle richieste per l’installazione extra-urbana, ad una altezza compresa tra i

170 e i 200 cm. e ad una distanza minima pari 4 mt. da ostacoli verticali.

  •  Pluviometro

Deve essere posizionato ad una distanza di almeno 10 mt. dagli ostacoli verticali, e posto in maniera tale che detti ostacoli possano impedire la rilevazione dell’accumulo in caso di precipitazioni trasversali.

  • L’Anemometro

Deve essere posizionato ad una altezza minima di 10 mt. e comunque posizionato

in maniera tale che eventuali ostacoli verticali possano impedirne le rilevazioni.

  • Radiazione solare

Il sensore deve essere posto a 10 mt. e comunque posizionato in maniera tale

da non trovarsi mai in ombra nell’arco dell’intera giornata

 

Installazione su Balcone o Tetto

Il sensore termo/igrometro, inserito nello schermo solare, deve essere

posizionato ad una distanza minima di 150 cm dal muro o parete in caso

di installazione su balcone, o ad almeno 200 cm dalle tegole o dalla

pavimentazione del terrazzo in caso di installazione sul tetto.

L’Anemometro deve essere posizionato a 10 mt. di altezza da terra

(considerare quindi l’altezza dell’abitazione) e lontano da ostacoli

verticali. E’ consigliabile posizionarlo sul tetto dell’abitazione.

Il pluviometro deve essere installato, come l’anemometro, lontano da

ostacoli verticali che possano impedire la rilevazione dell’accumulo in caso

di precipitazioni trasversali. E’ consigliabile quindi posizionare lo stesso sul tetto.

 

fonte: wiki meteonetwork

Descrizione Clima Campi Bisenzio

Il clima di Campi Bisenzio e’ caratterizzato da inverni abbastanza freddi

e moderatamente secchi,le estati si presentano calde e talvolta afose.

Le precipitazioni a Campi Bisenzio sono di 950 mm medi annui e si

concentrano sopratutto in autunno e in parte della primavera.L’estate

risulta mediamente la stagione piu’ siccitosa.Da segnalare che rispetto

alla vicina Firenze, la stazione meteorologica Campi Meteo presenta

temperature piu ”fresche” (o fredde a seconda della stagione) perchè

non risente pertanto dell’effetto  Isola di calore